Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Evento 14 settembre: Dante 700

Data:

09/09/2021


Evento 14 settembre: Dante 700

Il 14 settembre si ricordano i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il più grande poeta italiano, il padre della nostra lingua ma anche la più alta personalità della storia culturale e non solo italiana ed europea. Non vi è davvero ambito della creazione artistica e poetica, dell’intelligenza storica, linguistica, politica, teologica, perfino scientifica che Dante non abbia attraversato anticipando i tempi, inventando con genio, costruendo un’opera di sublime bellezza e profondità inarrivabile.

Le celebrazioni avranno in Svizzera il loro centro a Berna e saranno organizzate dall’Ambasciata d’Italia insieme alla rete consolare, all’istituto di cultura, alla Società Dante Alighieri e alle Autorità accademiche e politiche elvetiche. La mattina alle ore 10,30 presso l’Università di Berna (Aula ExWi 099 in Sidlerstrasse 5) il Professor Francesco Bausi dell’Università della Calabria darà una conferenza sull’invenzione dell’Antipurgatorio e dialogherà poi con la professoressa Maria Antonietta Terzoli dell’Università di Basilea, con il Professor Lorenzo Tomasin dell’Università di Losanna e con l’Ambasciatore d’Italia Silvio Mignano.

Questa parte delle celebrazioni sarà aperta al pubblico, con il rispetto delle norme anti-Covid e con la preghiera di confermare la propria presenza all'indirizzo mail berna.rsvp@esteri.it

Nel pomeriggio alle ore 18,30, il Parlamento elvetico si unirà alla celebrazione del padre di una delle lingue nazionali svizzere, parte imprescindibile dunque anche del patrimonio culturale della Confederazione. Il Consigliere Federale Cassis e il Presidente della Delegazione parlamentare per i rapporti con il Parlamento Italiano Marco Chiesa interverranno insieme all’Ambasciatore Mignano e ai professori Terzoli, Tomasin e Bausi. Seguirà una lettura collettiva della Divina Commedia, aperta da una giovane dottoranda italo-svizzera e alla quale parteciperanno personalità del mondo politico, istituzionale, scientifico e accademico tanto svizzero quanto italiano.


841